Presentazione

 

Università libera, Università del futuro nasce dall'incontro di alcuni docenti dell'Università di Padova, appartenenti a diverse aree scientifiche e a diversi settori disciplinari.

Questo incontro è nato in forma spontanea dal bisogno di condividere esperienze e pensieri relativamente alla straordinaria trasformazione che ha coinvolto l'università durante la pandemia da SARS-CoV-2. L'eccezionalità della situazione ha infatti prodotto una potentissima accelerazione di alcuni processi che coinvolgono l'istituzione universitaria, i quali erano però sorti, negli ultimi vent'anni, al di fuori di essa. Il gruppo si è concentrato dapprima sui cambiamenti che hanno coinvolto la didattica e su questi temi ha inviato una Lettera aperta al Rettore dell'Università di Padova che ha aperto una discussione all'interno dell'Ateneo. Ha quindi co-organizzato insieme al rettorato una giornata di studi aperta a tutta la comunità universitaria (docenti, studenti, personale tecnico e amministrativo) che aveva l'obiettivo di richiamare l'attenzione sulla didattica emergenziale e sulla sua proiezione futura, inaugurando una discussione da tempo carente.

A partire da queste esperienze il gruppo ha deciso di proporsi come occasione stabile di incontro, di riflessione critica e di discussione plurale intorno a tutti gli aspetti della vita universitaria; e dunque non solo la didattica, ma anche le politiche della ricerca, i modelli di governance, i rapporti fra aree scientifiche, le politiche di reclutamento, le politiche relative al diritto allo studio. L'intento è quello di evitare che mutamenti paradigmatici che investono l'istituzione accademica avvengano, come troppo spesso è accaduto, sotto la sola pressione di esigenze esterne, magari emergenziali e contingenti, e senza un'autentica partecipazione, discussione e condivisione da parte di tutti gli attori che fanno dell'università, e tanto più dell'università pubblica, il luogo primario di una formazione e di una ricerca libere, autonome, democratiche, aperte a tutte e a tutti.

Nel tentativo di definire meglio queste idee e fornire spunti di riflessione utili alla discussione pubblica sul ruolo e sull'organizzazione dell'istituzione universitaria, il gruppo ha ritenuto utile stilare un manifesto, che vi invitiamo a leggere, e se lo condividete, a sottoscrivere.